Film: ‘L’Amore Oltre La Guerra’

L’AMORE OLTRE LA GUERRA

Titolo Originale: The Exception

 Nazione: Regno Unito

Anno:  2016

Genere: Drammatico, Sentimentale, Storico

Durata: 107’ Regia: David Leveaux

Cast: Jai Courtney (Stefan Brandt), Lily James (Mieke de Jong), Christopher Plummer (Guglielmo II di Germania), Janet McTeer (Erminia di Reuss-Greiz), Ben Daniels (Sigurd von Ilsemann), Mark Dexter (Dietrich), Eddie Marsan (Heinrich Himmler)

TRAMA: Dopo la sconfitta della Germania nella guerra del 1915-18 il Kaiser Guglielmo II di Germania fu costretto a rimanere esiliato in Olanda, in una bella villa con annesso parco, a Doom, vicino a Utrecht. Quasi venti anni dopo, Hitler ruppe gli indugi invadendo Belgio e Olanda ed avrebbe voluto sfruttare la vecchia figura del Kaiser, illudendolo, allo scopo di dare maggior credito al suo Reich. Nei primi anni trenta il Führer aveva dato incarico a Göring di firmare un contratto che assicurava un appannaggio a Guglielmo II ed ai suoi figli in cambio di un loro tacito consenso al suo governo. Hitler però non si fidava del Kaiser e decise pertanto d’inviare una scorta a Doom, apparentemente per ragioni di sicurezza, alimentando la speranza nel Kaiser di una restaurazione della monarchia, ma in realtà voleva solo tenerlo sotto controllo. Al maggiore Stefan Brandt viene affidato l’incarico ed il comando della guardia, nonostante in precedenza fosse stato duramente criticato dalle SS per essersi mostrato troppo sensibile nei confronti dei polacchi trucidati, inclusi vecchi, donne e bambini. Quell’angosciosa esperienza tormenta ancora Stefan nei suoi incubi notturni.  La villa del Kaiser ed il villaggio limitrofo comunque sono già da tempo sotto controllo delle SS, da quando sono stati intercettati messaggi in codice inviati da spie inglesi sul Kaiser e sui movimenti militari dei nazisti in Belgio ed Olanda. Fra le cameriere al servizio del Kaiser, da poco tempo c’è anche Mieke, un’olandese molto carina, che non piace però ad Erminia, moglie di Gugliemo II. Quest’ultimo invece prova verso di lei un’istintiva simpatia e se avesse molti anni di meno, afferma lui stesso… Mieke diventa invece in breve tempo amante di Stefan, il quale ignora inizialmente che è lei la spia degli inglesi che le SS stanno cercando, aiutata dal prete del villaggio limitrofo dal quale vengono trasmessi i messaggi in codice. Mieke ha profonde ragioni di vendetta nei confronti dei nazisti perché il padre ed il marito sono stati vittime delle SS. Il suo obiettivo è quello di uccidere alla prima occasione utile il Kaiser. L’arrivo improvviso alla villa di Himmler, comandante delle forze di sicurezza naziste, sconvolge però tutti i piani, mentre Stefan e Mieke si sono nel frattempo innamorati e lei gli ha persino rivelato di essere ebrea e quali sono i suoi propositi. Stefan deve agire al più presto per salvare Mieke, senza però compromettere la sua posizione. Nel frattempo infatti il prete è stato scoperto e sotto tortura ha confessato l’identità della sua complice, che ha perciò i minuti contati prima che le SS giungano a palazzo per arrestarla.  

VALUTAZIONE: Una storia d’amore, apparentemente impossibile, fra una spia ebrea olandese al servizio degli inglesi ed un maggiore nazista di buon animo. Un’opera intrigante dell’esordiente regista David Leveaux che riesce ad evitare l’ennesima rappresentazione degli orrori nazisti, seppure con spunti mirati al riguardo, attraverso un originale giallo-thriller di crescente tensione. 

Di episodi sugli orrori compiuti dalle SS, in Germania ed in Europa sono pieni i libri di storia ed anche il cinema ne ha raccontati di vario genere ed in gran quantità. Nonostante ciò, quest’opera è a suo modo originale.

L'Amore Oltre la Guerra 19Sorprendente semmai è il fatto che non abbia avuto l’eco che invece meriterebbe, pur senza gridare al capolavoro che non è, ben inteso. Non sono neppure sicuro che il film sia uscito nelle sale dei cinema italiani ma sia stato soltanto doppiato e direttamente passato ai circuiti televisivi. Eppure contiene tutti gli ingredienti per piacere al grande pubblico. Vediamo perché.

L'Amore Oltre la Guerra 02Innanzitutto è un giallo-thriller, non uno di quelli che la tira alle lunghe scoprendo solo alla fine le sue carte, quanto piuttosto una storia sviluppata su una tensione crescente, chiaramente delineata sin dall’inizio e che vede coinvolti i nazisti, le famigerate SS, un paio di spie inglesi, il Kaiser Guglielmo II e che si svolge quasi per intero in terra d’Olanda, nella bella villa di Doom, vicino a Utrecht.

L'Amore Oltre la Guerra 22Al centro dell’intricata vicenda ci sono tre personaggi: il vecchio Kaiser Guglielmo II appunto, esiliato dalla fine della prima Guerra Mondiale, disastrosa per la Germania e della quale è stato considerato come il principale responsabile; il maggiore Stefan Brandt, reduce da una scioccante esperienza in Polonia, durante la quale è rimasto ferito, soffrendone ancora le conseguenze, ma soprattutto ha assistito inorridito allo sterminio di tanta povera gente, inclusi vecchi, donne e bambini, da parte delle SS ed infine la cameriera olandese Mieke de Jong, da poco tempo al servizio nella villa del Kaiser, votata al sacrificio personale pur di vendicarsi per la morte del padre e del marito per mano dei nazisti, la quale, pur di raggiungere tale scopo, ha accettato il rischiosissimo ruolo di spia degli inglesi.

MOVIE REVIEW EXCEPTION

Ognuno di questi tre personaggi, pur con diverse motivazioni ed obiettivi, ha a che fare con le famigerate SS. Guglielmo II, dopo l’invasione di Belgio e Olanda da parte delle truppe naziste, è in una posizione strategicamente scomoda ma al tempo stesso, a suo modo di vedere, passibile di un’insperata evoluzione rispetto all’immobilismo cui è costretto dall’esilio oramai ventennale, seppure in un piacevole e lussuoso contesto.

L'Amore Oltre la Guerra 05Il ricco appannaggio che gli ha concesso Hitler con un contratto che il fido Hermann Göring ha concluso con lui in cambio della sua non ingerenza, potrebbe ora evolvere, in coincidenza con l’offensiva espansionista di Hitler, in un ritorno a Berlino nel ruolo che non ha mai smesso di rivendicare. Il Führer potrebbe concederglielo, a questo punto, a significare un continuum con il suo Reich. In realtà la visita a Doom di Heinrich Himmler, capo delle SS, ha tutt’altro scopo…(leggi il resto del commento cliccando qui sotto su ’Continua a leggere’)

L'Amore Oltre la Guerra 04A Stefan Brandt è stato assegnato il compito di comandante delle guardie del Kaiser, sorprendentemente secondo le SS, perché avevano stilato un rapporto nei suoi confronti tutt’altro che lusinghiero, quando Stefan aveva combattuto in Polonia. L’immagine in particolare di un bambina morta e distesa nel suo bianco vestito apparentemente intatto, la quale sembra quasi una nuova versione dell’immagine di Ophelia tratta dal dramma ‘Amleto’ di Shakespeare e dipinta da John Everett Millais, ossessiona ancora i suoi sogni. Stefan è un ufficiale nazista ma, come è presumibile pensare che sia stato per molti altri soldati come lui, pur fedele alla sua patria, è rimasto raccapricciato dai metodi inumani utilizzati dalle SS.

L'Amore Oltre la Guerra 09Mieke è giovane, carina e fa la spia degli inglesi, in collaborazione con un prete del villaggio limitrofo alla sontuosa villa di Doom e tiene nascosta nella sua camera una pistola che intende utilizzare alla prima occasione utile. La sua presenza a palazzo è recente, ma il tempo è già stato sufficiente ad Erminia, la moglie del Kaiser, per considerarla inadatta e perciò vorrebbe licenziarla. Guglielmo II si accorge della sua presenza a palazzo soltanto un giorno, mentre sta discutendo con il suo maggiordomo, a dire il vero neppure con tanto interesse, riguardo l’avanzata praticamente senza ostacoli delle forze naziste sul campo, riprodotta su di un calco.

L'Amore Oltre la Guerra 11Mieke è entrata nella stanza per servire il tè e Guglielmo II le ha chiesto la sua opinione riguardo l’invasione tedesca subita dall’Olanda. La risposta della giovane rivolta alla bellezza dei luoghi, ovviamente data per non destare sospetti, ha suscitato l’ilarità del Kaiser che però l’ha presa in simpatia, non essendo neppure indifferente alla sua bellezza (ed è difficile dargli torto, trattandosi di un’interprete affascinante come Lily James, già protagonista dell’ultima versione di ‘Cenerentola‘ e delle serie TV ‘Downton Abbey‘ e ‘Guerra e Pace‘).

L'Amore Oltre la Guerra 07Guglielmo II (interpretato da Christopher Plummer, il quale ha recitato in innumerevoli film ed ha vinto il premio Oscar come attore non protagonista di ‘Beginners‘ di Mike Mills nel 2012)  è un vecchio rancoroso, collerico ed orgoglioso, ma anche un inguaribile romantico, che a distanza di tanti anni non ha mai smesso di sostenere che la causa della sconfitta della Germania nella guerra del 1915-18 è dipesa dal tradimento e dall’incapacità dei suoi generali, non dai suoi errori e dalla sua ostinazione. Nato offeso ad un braccio che non può quindi usare, passa il suo tempo a dar da mangiare alle anatre del laghetto di fianco alla villa oppure a tagliare legna con la scure nel bosco antistante usando l’unico braccio sano.

L'Amore Oltre la Guerra 15L’arrivo di Stefan è perciò anche occasione per rompere la monotonia con un invito a cena al quale Guglielmo II si presenta in veste ufficiale. La serata però finisce in maniera brusca, quando il maggiore si lascia andare ad alcuni ricordi di carattere personale, nonostante l’avesse messo in guardia a tal proposito il maggiordomo, poiché il Kaiser non sopporta tutto ciò che può rappresentare una critica o un degrado rispetto alla grandezza della Germania.

L'Amore Oltre la Guerra 17‘L’Amore Oltre la Guerra’, come indica chiaramente il titolo (che nell’originale ‘The Exception’ ha invece tutt’altro significato, riferito chiaramente a Stefan, ma non è impropria neppure l’interpretazione che gli ha voluto dare la distribuzione nostrana), contiene anche una bella storia d’amore, nata forse per pura attrazione fisica e poi cresciuta in un rapporto profondo che finisce per legare due persone in antitesi fra loro: un soldato nazista ad una spia inglese e per giunta ebrea.

L'Amore Oltre la Guerra 23A dire il vero l’inizio dell’intesa fra Stefan e Mielke è un punto debole del film, forse quello più discutibile dal punto di vista narrativo, se si esclude l’ipotesi del classico colpo di fulmine. Al primo incontro da soli nella stanza assegnata a Stefan nella dependance della villa dove Mieke si reca per recapitare l’invito a cena del Kaiser, dopo un prolungato scambio di sguardi, lui invita Mieke a spogliarsi e lei obbedisce senza discutere, a conferma forse, come sostiene qualcuno nel corso del film, che le olandesi generalmente sono donne di facili costumi. Il rapporto sessuale però s’interrompe improvvisamente perché la ferita di Stefan è ancora troppo fresca e gli impedisce di muoversi come sarebbe necessario. La qual cosa sorprende ma non umilia Mieke, piuttosto la intenerisce e nell’incontro successivo si ribaltano le parti ed è lei a prendere l’iniziativa.

L'Amore Oltre la Guerra 18Lily James forse è una delle attrici che più ricorda, come tipologia di donna dai tratti dolci e delicati, ma non per questo meno passionali, un’icona come Audrey Hepburn. Ovvio che di strada ne ha ancora da fare per ottenere un carisma simile. Per la prima volta in carriera, nel corso del primo incontro con Stefan si spoglia completamente e ciò ha suscitato la curiosità dei media inglesi che l’hanno sempre vista in precedenza come una figura dai tratti innocenti e castigati, non certamente protagonista spigliata di scene di sesso.

L'Amore Oltre la Guerra 20Dal canto suo Jai Courtney, con il fisico da gladiatore, ha interpretato proprio quella parte nella prima stagione della Serie TV ‘Spartacus‘; in seguito l’abbiamo visto al fianco di Tom Cruise in ‘Jack Reacher – La Prova decisiva‘; poi figlio di Bruce Willis nel quinto episodio di ‘Die Hard‘; infine interprete nella saga fantascientifica ‘Divergent‘, ‘Insurgent‘ e ‘Terminator Genisys‘. Nei panni di Stefan ha qualcosa da farsi perdonare, come gli dice bonariamente ma anche risolutamente il suo comandante assegnandogli la missione, come se fosse un’ultima occasione per riabilitarsi, dopo aver rischiato la corte marziale in Polonia per ‘eccesso di umanità’ nei confronti dei polacchi sterminati dalle SS.

L'Amore Oltre la Guerra 06La visita inaspettata di Himmler (ottimamente e gelidamente interpretato da Eddie Marsan), proprio mentre le SS stanno per scoprire da dove trasmettono le spie degli inglesi e di conseguenza la loro identità, scombina però la strategia che aveva in mente la stessa Mieke, inclusa la sua liaison con Stefan, fra l’altro già colta sul fatto da Erminia che ritiene così di aver trovato sufficienti ragioni per disfarsi della giovane, dopo aver umiliato anche l’ufficiale nazista che cercava invano di assumersi le responsabilità dell’accaduto. L’intervento di Guglielmo II però, uomo di mondo che per esperienza personale conosce la contraddizione di debolezza e forza insita nei sentimenti, soffoca sul nascere il decisionismo della moglie.

L'Amore Oltre la Guerra 16L’arrivo di Himmler, accolto dalla stessa Erminia come se fosse portatore di grandi notizie e novità per il Kaiser, si risolve in realtà in una sequela di situazioni imbarazzanti ed umilianti, con il gerarca nazista che non si esime dall’assumere i toni arroganti. Mentre si è appena alloggiato in camera, una partner al seguito si mostra nuda a Erminia quando tenta di compiacere Himmler offrendogli una tangente che lui peraltro accetta volentieri, sapendo già di non aver nulla da offrire in cambio. Non solo, a cena si vanta di aver assistito e sostenuto esperimenti sui portatori di handicap, che Hitler considera un costo inutile per lo stato, dilungandosi persino in alcuni abominevoli dettagli, fra un boccone e l’altro. Infine offende il Kaiser rifiutando un invito con la scusa di doversi alzare presto la mattina seguente, ma in realtà senza mostrare alcun rispetto nei suoi riguardi.

L'Amore Oltre la Guerra 14Nel momento in cui le SS scoprono le spie, l’opera dell’esordiente regista inglese al cinema David Leveaux, ma in realtà navigato direttore teatrale, subisce un’inevitabile accelerazione con una serie di colpi di scena che lascio il piacere di scoprire allo spettatore.

Aggiungo solo, a tal proposito, che la sceneggiatura di Simon Burke funziona adeguatamente, senza particolari esagerazioni o colpi di teatro, pur trattandosi di eventi che possono dare un esito positivo soltanto incastrandosi idealmente fra L'Amore Oltre la Guerra 03loro, come in un puzzle. Il tutto infatti avviene in maniera plausibile, sino ad un finale commovente, ma non melenso come si potrebbe pensare. L’unico appunto al riguardo potrebbe forse riguardare la scena dell’uccisione delle guardie delle SS all’inizio della fuga in auto dalla villa, dato che è un po’ ottimistico ritenere che possano essere tutte colpite a morte e neppure una resti sopravviva, pur gravemente ferita, ma in grado di rivelare l’identità dell’omicida.

L'Amore Oltre la Guerra 13Insomma, cosa manca a quest’opera per piacere? C’è una bella storia d’amore, apparentemente impossibile. C’è storia vera e storia romanzata e senza limitare le colpe e le responsabilità di Guglielmo II, gli viene persino concesso di uscire di scena dignitosamente. Fra l’altro, nella realtà, quando seppe delle persecuzioni contro gli ebrei se ne uscì con un’affermazione che gli rese onore: ‘Per la prima volta mi vergogno di essere tedesco‘. In seguito però non fu altrettanto severo nei confronti di Hitler, dal quale comunque rimase sempre adeguatamente distante. C’è chiara, ma non retorica, la percezione dell’orrore nazista, senza far ricorso ad immagini di facile e sicuro effetto, ma resa evidente dalle stesse figure, ben rappresentate di Himmler e Dietrich, il capo delle SS incaricate di scoprire le spie inglesi.

L'Amore Oltre la Guerra 10C’è anche però la figura d’eccezione, cui fa riferimento il titolo originale, cioè Stefan Brandt, tedesco e soldato ma non per questo una belva come i due appena nominati. C’è infine una vicenda che nasce dall’aberrante progetto di Hitler, già persecutore degli ebrei in Germania ed in Polonia, di assoggettare l’Europa al suo potere e la guerra da lui scatenata invadendo Belgio e Olanda, ma che il film accenna senza mostrare, tolte un paio di’inquadrature, avendo preferito Leveaux concentrare gli eventi della sua storia dentro la villa ed il parco annesso della residenza del Kaiser, tranne poche sequenze girate al di fuori, ma a poca distanza, in un crescendo di tensione però che tiene incollato lo spettatore alla poltrona.

L'Amore Oltre la Guerra 01Possiamo accusare gli autori di aver manipolato con una banalissima storia d’amore una figura storica come quella di Guglielmo II? Sì, possiamo farlo, ma se in fondo Quentin Tarantino può riscrivere la fine del nazismo a suo modo, nello strepitoso ‘Bastardi Senza Gloria‘, non vedo perché si possa accusare, in questo caso, come se fosse una curiosa forzatura la sceneggiatura di Burke. Il film funziona da quasi tutti i punti di vista ed ha pregi in numero sufficiente per considerarlo positivamente. Sono certo che non rimarrà deluso chi riuscirà a vederlo, seppure al momento è disponibile soltanto nelle TV a pagamento.    

Annunci

2 pensieri su “Film: ‘L’Amore Oltre La Guerra’

    • A me sembra invece il contrario: lui è vivo e dopo aver ricevuto notizie riguardo il fatto che lei è riuscita a raggiungere l’Inghilterra dove è incinta e lavora presso un ospedale psichiatrico o una casa di riposo per anziani, spera di poterla raggiungere appena gli sarà possibile…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.