Serie TV: ‘The Affair – Una Relazione Pericolosa’ (Prime Quattro Stagioni)

THE AFFAIR – UNA RELAZIONE PERICOLOSA  (Serie TV)

Titolo Originale: The Affair

Nazione: USA

Anno: 2014-18

Genere: Drammatico, Giallo, Sentimentale

Durata: 55′ circa per ogni puntata (42 in totale sinora)

Regia: Jeffrey Reiner (16 ep. 2015-17), John Dahl (5 ep. 2015-17), Ryan Fleck (4 ep. 2014-15), Carl Franklin (2 ep. 2015, Anna Boden (2 ep. 2015), Laura Innes (2 ep. 2015), Mark Mylod (1 ep. 2014), Scott Vinant e Michael Slovis,  (1 ep. 2015), Agnieszka Holland (1 ep. 2017) su un’idea di Sarah Treem e Hagai Levi

Cast: Dominic West (Noah Solloway), Ruth Wilson (Alison Lockhart), Maura Tierney (Helen Solloway), Joshua Jackson (Cole Lockhart), Catalina Sandino Moreno (Luisa Lèon), Omar Metwally (Vic Ullah), Emily Browning (Sierra), Irène Jacob (Juliette Le Gall), Sanaa Lathan (Janelle Wilson), Julia Goldani Telles (Whitney Solloway), Jake Siciliano (Martin Solloway), Jadon Sand (Trevor Solloway), Josh Stamberg (Max Cadman), Colin Donnell (Scotty Lockhart), Ramon Rodriguez (Ben Cruz), Mare Winningham (Cherry Lockhart), Kathleen Chalfant (Margaret), Leya Catlett (Stacey Solloway – solo stagione 1-2), Abigail Dylan Harrison (Stacey Solloway – solo stagioni 3 e 4)

TRAMA: Noah è un insegnante e scrittore di New York, sposato con Helen ed hanno quattro figli. Sono in vacanza a Montauk, vicino a Long Island, dove abitano i genitori di lei ed il suocero è a sua volta uno scrittore di successo nei confronti del quale il genero sente però un complesso d’inferiorità. Quest’ultimo sta cercando l’ispirazione per il suo secondo romanzo quando conosce Alison, una cameriera di un ristorante della zona, verso la quale prova un’immediata e ricambiata attrazione. Noah sente il bisogno di nuova energia vitale e lo stesso vale per Alison, che è sposata con Cole, ma dopo la morte del loro bambino per annegamento, i rapporti fra loro si sono raffreddati: lei è tormentata dal rimorso e lui si è immerso nella gestione del ranch di famiglia assieme alla madre ed ai fratelli, ma per via dei debiti trafficano anche in droga. Noah e Alison diventano amanti e quando lui torna a New York con la famiglia non vede l’ora di rivederla. La situazione si complica ulteriormente quando Whitney, la prima figlia di Helen e Noah, a seguito di una relazione con Scotty, il fratello balordo di Cole, resta incinta ed è costretta ad abortire. Il matrimonio con Helen, già complicato, subisce un colpo durissimo dalla relazione fra Noah ed Alison, che difatti vanno a vivere assieme. Il loro rapporto sembra andare a gonfie vele e Noah intanto ha trovato l’ispirazione per il nuovo romanzo prendendo spunto proprio dalla sua personale vicenda. Alison però un giorno ne legge alcune pagine mentre Noah non è in casa e ne trae la convinzione che in realtà quest’ultimo la stia usando e non abbia intenzioni serie nei suoi riguardi, nonostante l’istanza di divorzio da Helen sia in corso, ma con la quale comunque continua a mantenere buoni rapporti. Alison allora per una notte torna fra le braccia di Cole come se fossero due nuovi amanti e resta incinta di Joanie, ma a Noah non dice nulla e la bimba nasce come se fosse sua figlia. Intanto il libro di Noah viene pubblicato con il titolo ‘La Discesa’ e diventa un successo editoriale che allontana ancora di più quest’ultimo dalla sua partner, tutto preso da interviste e presentazioni della sua opera. Helen, dopo una fugace relazione con Max, trova un nuovo e più stabile compagno nel chirurgo Vic Ullah. Cole invece, dopo la vendita del ranch, fa il tassista ed ha trovato consolazione fra le braccia di Luisa, una bella sudamericana immigrata irregolarmente negli USA, che ha concluso una relazione con il fratello Scotty e si è messa con lui. Cole però è ancora innamorato di Alison ed il rapporto con Luisa ne risente. Il fugace tradimento fa quindi parte di questa sua indecisione, nonostante tenga sinceramente a Luisa che gli sta trasmettendo ottimismo e voglia di ricominciare. Tant’è che le chiede infine di sposarlo, dopo aver maturato la decisione di acquistare, in compartecipazione con Alison, un locale da ristrutturare, il Lobster Roll. Alla festa di matrimonio sono invitati anche Helen e Noah come se tutti facessero parte di una famiglia allargata. Scotty si ubriaca mentre Alison confessa a Noah che la figlia Joanie in realtà è di Cole. Noah, che è rimasto colpito dalla rivelazione non se la sente di guidare al ritorno dalla cerimonia e lascia il volante a Helen. Lungo la strada buia Alison sta camminando da sola lungo il ciglio quando viene aggredita da Scotty. La sua reazione però lo spinge sulla strada mentre sta sopraggiungendo l’auto guidata da Helen che lo investe ed uccide. Al processo si mette male per la moglie ed allora Noah, si assume la colpa e viene condannato ed incarcerato, dove subisce anche le angherie di un secondino… Molti eventi si susseguono, anche dopo l’uscita di Noah dal carcere. Helen prova rimorso nei suoi confronti e questo si riflette nel rapporto con Vic, per il resto riuscito. Alison rivela a Cole la sua paternità riguardo Joanie e gliela affida dovendo curarsi un esaurimento nervoso. Noah soffre di manie di persecuzioni e quella che sembrava un’aggressione con un taglio alla gola si rivela invece un atto contro se stesso. Emergono anche particolari inquietanti riguardo la morte assistita di sua madre che sarebbero all’origine delle sue paranoie. Alison lotta con Cole e Luisa per riottenere la custodia congiunta di Joanie ma la sua speranza di tornare assieme all’ex marito fallisce, così come i tentativi di Noah di riavvicinarsi a lei. Mentre quest’ultimo intreccia un paio di relazioni, prima con una collega insegnante di origine francese e poi con una preside di colore e madre di un allievo turbolento della sua classe cui Noah si era affezionato prima ancora di sapere chi fosse sua madre, Vic scopre di essere gravemente malato e di non avere speranze di sopravvivenza. Alison invece è stata contattata dal padre che non aveva mai conosciuto ed ha scoperto che è nata a seguito di una violenza sulla madre ed ora il padre vorrebbe che lei gli donasse un rene in cambio di denaro essendo in pericolo di vita. Intanto intreccia una relazione con il compagno di un corso, Ben Cruz, ex marine ed ex alcolista. Cole è però ancora innamorato di Alison e per chiarirsi le idee compie lo stesso viaggio che suo padre aveva fatto molti anni addietro e così conosce la sua amante di allora, scoprendo ulteriori retroscena. Alison però risulta scomparsa ed allora Cole, Noah e l’allievo figlio della preside sua amante, si uniscono per trovarla, ma l’esito è drammatico.    

VALUTAZIONE: quattro stagioni ed una quinta (ed ultima, pare) in produzione, per una Serie TV che appassiona e conquista non soltanto per la complessità dell’intreccio psicologico-relazionale fra i vari personaggi coinvolti, ma anche per l’originalità della rappresentazione. Ogni puntata è divisa in due parti speculari, che raccontano il rispettivo punto di vista di due fra i protagonisti, sempre in alternanza uomo-donna. Un modo curioso ed interessante per scoprire, attraverso le differenti personalità, due diverse prospettive di vedere le stesse vicende. Sia la Serie TV che Ruth Wilson (Alison) e Maura Tierney (Helen) sono stata premiate con il Golden Globe, queste ultime rispettivamente come protagonista e non protagonista. Per gli appassionati delle tortuose e profonde storie relazionali, uno spettacolo da non perdere. 

The Affair‘ è una Serie TV che scava nel cuore, nell’intimità e nelle sfumature delle relazioni sentimentali ed analizza da molteplici punti di vista la fedeltà ed il tradimento all’interno della vita di coppia. Pur essendo ambientata negli Stati Uniti, in contesti familiari e sociali diversi dai nostri, ciò nondimeno riesce ad apparirci verosimile ed a farci immedesimare nelle vicende dei protagonisti, al di là della distanza che normalmente si frappone fra ciò che accade sullo schermo e lo spettatore seduto sul divano di casa propria.

A differenza di quanto scrivevo recentemente a proposito della Serie TV ‘Poldark‘ (clicca sul titolo di diverso colore se vuoi leggere il mio commento), i personaggi della quale al confronto sono tagliati con l’accetta e nettamente distinti fra buoni e cattivi, in quest’opera invece, nata da un’idea di Sarah Treem e Hagai Levi (gli stessi di ‘In Treatment‘), per la gran parte di loro i caratteri e le psicologie sono molteplici, cangianti e spesso contraddittorie.

Una differenza che non è soltanto dovuta all’ambientazione ed alla collocazione storica, poiché ‘The Affair‘ si svolge ai giorni nostri ed il romanzo scritto da Winston Graham invece si riferisce ad un paio di secoli prima, ma in quest’ultima Serie TV si può assistere anche ad un campionario significativo delle nevrosi che minano i rapporti di coppia nella società odierna; della difficoltà di trovare realizzazione ed appagamento per ciò che si è costruito nel corso degli anni, con l’inevitabile coinvolgimento, quasi sempre, di altre persone che ne subiscono direttamente o indirettamente le conseguenze.

The Affair‘ perciò ripropone uno dei ritornelli classici del nostro tempo: l’interiore insoddisfazione per non riuscire ad accettarsi per ciò che si è e quindi sentire il continuo bisogno di mutamenti nella propria vita, il che però spesso si abbina anche ad una fuga dalle responsabilità. Come nel caso di Noah e Helen, che pure hanno costruito una famiglia, generato ben quattro figli e non si può certo dire che soffrano difficoltà economiche, di salute o di altra natura. Sembra quasi, nel caso di Noah in particolare, che il benessere raggiunto diventa ad un certo punto una routine così pesante da sopportare che trovare una scappatoia alla normalità e consuetudine costituisce un passo obbligato ed un’esigenza imprescindibile. Che ciò sia dovuto, per lui, alla cosiddetta crisi del quarantenne oppure perché non si accontenta più del ruolo d’insegnante ed aspira alla fama, letteraria nel suo caso, sta di fatto che ad un certo punto si sente come chiuso in gabbia e cercare l’evasione diventa una priorità, come l’aria per respirare.

Poi ci sono persone come Alison, con una famiglia serena, assieme a Cole ed il loro bambino, ma a causa di una fatale distrazione quest’ultimo è annegato e da allora anche il suo rapporto con il marito, da ideale, non solo affettivamente ma anche sessualmente, si è arenato e raffreddato, mentre in lei è subentrata una continua angoscia nel ricordo di quei terribili momenti e delle colpe che si addossa per non essere riuscita ad evitare la tragedia. Alison non si può dire che sia una bellezza particolarmente evidente, di quelle per intenderci che fanno girare gli uomini per strada mentre passano, ma possiede una dote che la rende ancora più attraente, cioè la sensualità e quindi nell’incontrare Noah è come se nel grande puzzle dell’umanità, tasselli che sino a quel momento erano rimasti confusi in mezzo a tanti altri, improvvisamente s’incrociassero ed incastrassero perfettamente fra loro. A quel punto il passo che manca è breve per passare dalla fedeltà al tradimento dei rispettivi partner. 

Sia Noah che Alison sentono forte il bisogno di un cambiamento, di un nuovo entusiasmo, sia fisico che mentale e come se fosse possibile riavvolgere il nastro del tempo, buttano alle spalle passato e presente, amandosi in maniera travolgente. E’ una situazione illusoria e transitoria però perché non poggia su radici profonde bensì su un’opportunità colta al volo che però provoca, non soltanto nella loro vita, trasformazioni profonde. ‘…Lei era sesso, la vera e propria definizione di ciò. Era il motivo per cui il mondo era stato inventato… Nessun matrimonio, per quanto solido, avrebbe potuto sopravviverle…’, scriveva in seguito nel suo romanzo Noah, descrivendo la protagonista, con evidente riferimento ad Alison, la quale però leggendolo e riconoscendosi non l’ha presa bene, sentendosi usata e non sinceramente amata…(leggi il resto del commento cliccando qui sotto su ’Continua a leggere’). Continua a leggere…

Annunci