21^ Nuotata ‘Lericini e Turisti’

Clicca su ’Continua a leggere’ alla fine di questo commento e poi su una qualsiasi delle foto per iniziare a scorrerle nella galleria. 

Poster della ManifestazioneSi è svolta oggi l’edizione 2018 della manifestazione, in programma, come ogni anno, la seconda domenica di agosto. Nata alla fine del secolo scorso per iniziativa del Dott. Dino Ceppodomo, quest’anno è stata patrocinata dalla Lega Navale Italiana Sez. di Lerici e dagli amici del ‘Gruppo Nuotate Lericini e Turisti‘. Il ritrovo era fissato presso l’Hotel Shelley e delle Palme che ancora una volta ha gentilmente prestato all’organizzazione una parte della sua area destinata ai clienti di fronte al mare, dove è stato preparato un ricco buffet che i partecipanti nuotatori hanno trovato al loro arrivo colmo di focaccia, pizza, torte e bevande. 

La Lega Navale Italiana Sez. di Lerici quest’anno si è fatta carico degli oneri economici dell’organizzazione ed il ringraziamento va quindi al suo Presidente, il Sig. Maurizio Moglia, che è stato presente durante tutta la manifestazione, accompagnato dalla gentile consorte. A dare il suo supporto a terra, in caso di necessità, c’era un’ambulanza della Pubblica Assistenza di Lerici, con tre suoi valorosi rappresentanti. 

Notevole l’affluenza dei partecipanti, tutti regolarmente e gratuitamente iscritti ai quali, da un’idea già dello scorso anno dello stesso Ceppodomo, è stato consegnato un palloncino da legare al costume, i cui diversi colori hanno contribuito a rendere ancora più bella la panoramica dei nuotatori durante il tragitto.

Come lo scorso anno, anche in questa occasione si poteva scegliere fra due percorsi: uno più corto di circa 350mt. per chi voleva partecipare all’evento natatorio senza particolare allenamento ed un altro più lungo, di oltre 1000mt. che ha portato i nuotatori più resistenti a doppiare la punta della scogliera al largo della Venere Azzurra sul lato del Colombo ed a tornare al punto di partenza.

Nonostante l’acqua non fosse particolarmente limpida a causa di una leggera mareggiata della giornata precedente, piacevolissima è stata comunque la nuotata, dopo la classica conta in cerchio dei partecipanti (72 gli iscritti… di tutte le età) che ha assunto casualmente la forma di un cuore ad un certo momento, come si può vedere dalle foto. La nuotata, come sempre non competitiva, si è svolta lasciando partire comunque per primi i più agguerriti fra i nuotatori, così che il classico ‘biscione’ si è sviluppato ben presto, in particolare fra chi si è cimentato nella distanza più lunga. A dare il via ed un breve saluto ai partecipanti c’era Lisa Saisi, vice Sindaco del Comune di Lerici.

Meduse per fortuna non se ne sono incontrate ed i nuotatori erano scortati durante il percorso da alcune canoe di appoggio che controllavano la corretta direzione e se qualcuno, per troppa foga o per poca dimestichezza con il tragitto prefissato, tendeva ad uscire dai limiti consentiti, ferma restando la regola che ognuno è responsabile di se stesso. 

Al termine della prova, ad ogni nuotatore è stato rilasciato un attestato di partecipazione promosso della stessa Lega Navale sul quale sono indicati i tre principali scopi sociali della stessa.

Atteststo di PartecipazioneLe foto che seguono (in parte scattate da me prima della partenza e dopo l’arrivo e nel mentre da mio figlio Luca, che ringrazio) in buona parte rispettano l’ordine cronologico dell’evento e mi auguro che molti dei partecipanti possano riconoscersi.

Seppure nei limiti del possibile ho chiesto a molti presenti se avessero nulla da eccepire riguardo la possibilità di essere identificabili in qualche foto, ottenendo sempre l’assenso verbale di tutti a scattarle, resta inteso, specie dopo l’adozione delle recenti regole europee sulla privacy, che se qualcuno si trovasse a disagio nell’apparire chiaramente in una qualsiasi delle foto presenti nella galleria che segue, specie riguardo i minorenni, può indicarmi quale e richiedermi di rimuoverla, scrivendo all’indirizzo email MAUPES@LIVE.IT e sarà mia cura provvedere al più presto.

Mi scuso infine se avessi dimenticato di citare, o non avessi ricevuto opportuna informazione, di persona o organizzazione che ha partecipato attivamente all’organizzazione dell’evento ed avrebbe perciò meritato almeno di essere nominata.

Alla prossima edizione quindi, sempre più numerosi speriamo, visto il successo sotto tutti i punti di vista, anche di quella di quest’anno!

Clicca su ’Continua a leggere’ e poi una qualsiasi delle foto presente nella galleria. Quindi, usando i tasti freccia, è possibile scorrerle tutte in sequenza, in avanti ed indietro.

Continua a leggere…

Annunci

20^ Nuotata ‘Lericini e Turisti’, nonché 1^ ‘Memorial Giovanni Lupi’

Clicca su ’Continua a leggere’ alla fine di questo commento e poi una qualsiasi delle foto per iniziare a scorrere la galleria. 

Si è svolta l’edizione 2017 della manifestazione, nata alla fine del secolo scorso per iniziativa del Dott. Dino Ceppodomo e da quest’anno patrocinata da ‘Lerici Nuoto Master’ e dal gruppo di amici ‘Nuotate Lericini e Turisti’ in programma, come di consueto, la seconda domenica di agosto.

Il ritrovo era fissato presso l’Hotel Shelley che ha gentilmente prestato all’organizzazione una parte della sua area destinata ai clienti di fronte al mare, dove un gruppo di splendide volontarie e volontari hanno messo a disposizione dei partecipanti nuotatori una ricca tavolata colma di focaccia, dolci, torte e bevande. Il Forno di Via Petriccioli, il Forno Brondi de La Serra e la pasticceria L’Ambrosia hanno gentilmente collaborato con i loro prodotti e molti altri sono stati preparati da alcune volontarie medesime che li hanno pure serviti ai nuotatori al termine della loro prova.

La grande novità di quest’anno è stata la dedica del 1^ Memorial al noto amante del nuoto Giovanni Lupi de La Serra, purtroppo prematuramente scomparso un anno fa. Presenti alla manifestazione c’erano la moglie e la figlia, alle quali vanno tutto il nostro affetto e riconoscenza.

Notevole l’affluenza di partecipanti, tutti regolarmente e gratuitamente iscritti ai quali, da un’idea dello stesso Ceppodomo, è stato consegnato un palloncino da legare al costume, i cui diversi colori hanno contribuito a rendere ancora più bella la panoramica dei nuotatori durante il tragitto.

Per la prima volta quest’anno si poteva scegliere fra due percorsi: uno più corto per chi non era molto allenato ma desiderava lo stesso partecipare alla manifestazione ed un altro più lungo che ha portato i nuotatori a doppiare la punta della scogliera al largo della Venere Azzurra sul lato del Colombo ed a tornare al punto di partenza fissato al cosiddetto ‘Pontetto’, in località ‘L’Erbetta’, dove molti di noi (parecchi anni fa, nel mio caso, ahimé…) hanno imparato a nuotare.

Piacevolissima la nuotata dopo la conta in cerchio dei partecipanti (ben 94… di tutte l’età: da un simpaticissimo bimbetto di due anni con i braccioli, ovviamente accompagnato dalla sportiva mamma, sino a… chi lo sa…). La nuotata non competitiva è iniziata dopo un minuto di silenzio in memoria di Giovanni con sentito applauso da parte di tutti ed un breve ma significativo saluto di Lisa Saisi, vice Sindaco del Comune di Lerici. Alla fine, ad ogni nuotatore è stato rilasciato un attestato di partecipazione.

Meduse, autentico tormento di precedenti edizioni, non se ne sono viste mentre i nuotatori erano scortati da alcune canoe di appoggio che controllavano la corretta esecuzione del percorso, dando anche una sensazione di sicurezza, fermo restando che l’organizzazione ha chiarito che ognuno è responsabile di se stesso.

Le foto che seguono (quasi tutte scattate da mio figlio Luca, che ringrazio) seguono l’ordine cronologico della manifestazione e mi auguro che molti dei partecipanti possano riconoscersi.

Alla prossima edizione quindi, sempre più numerosi, visto il successo sotto tutti i punti di vista di quest’anno!

Clicca su ’Continua a leggere’ e poi una qualsiasi delle foto per iniziare a scorrere la galleria. 

Continua a leggere…

‘La Classica Nuotata Non Competitiva Lerici-San Terenzo 2016’

Clicca su una qualsiasi delle foto alla fine di questo commento per iniziare a scorrere la galleria.

Anche quest’anno la manifestazione, nata per iniziativa del Dott. Dino Ceppodomo nel 1999 e da alcuni anni patrocinata dal Trittico Natatorio Santerenzino, in programma, come di consueto, la seconda domenica di agosto, con partenza dai giardini di Lerici per arrivare a San Terenzo si è regolarmente svolta, ma in modalità differente rispetto agli anni scorsi.

Per decisione unilaterale del Trittico Natatorio Santerenzino infatti, il loro patrocinio è venuto a mancare, senza alcun avviso al riguardo, neppure nel loro sito Internet, con il risultato che gli abituali partecipanti all’iniziativa sino all’ultimo non sapevano che fare e molti alla fine hanno ritenuto che non fosse il caso di presentarsi alla partenza per cimentarsi in una prova senza un adeguato supporto di barche al seguito in caso di necessità.

Otto irriducibili, incluso chi scrive, hanno deciso comunque di partire, in una sorta di ideale continuazione o, se vogliamo, di nuovo inizio che speriamo possa raccogliere un maggior numero di partecipanti l’anno venturo. Sette uomini e una donna, senza alcun dubbio la migliore del lotto.   

La nuotata, com’è noto, non è competitiva e può partecipare senza alcun obbligo d’iscrizione ma presentandosi direttamente alla partenza intorno alle ore 11 di fronte all’hotel Shelley, chiunque si senta abbastanza allenato per compiere il percorso. I partecipanti, a maggior ragione ora che è venuto a mancare il supporto dei santerenzini, devono comunque far conto solo sulle loro capacità natatorie.

Il percorso, lungo circa 1200 metri, si è snodato, dopo un primo pezzo diritto nel passaggio davanti al Lido di Lerici, a forma di esse fra la parte interna della scogliera di fronte alla spiaggia della Venere Azzurra e la punta del Colombo, sino alla punta della scogliera di fronte alla spiaggia di San Terenzo.

Alla partenza, nonostante il numero ridotto dei partecipanti e com’è possibile vedere nelle foto qui di seguito a corredo, non abbiamo rinunciato alla stretta di mano in circolo. L’assenza di meduse lungo il percorso di quest’anno, specie fra la Venere Azzurra e il Colombo dove è più facile trovarle, ha reso meno complicata la nuotata. 

A maggior ragione in questa occasione e seguendo una vecchia tradizione, un volta giunti a San Terenzo non ci siamo fermati e siamo ripartiti subito alla volta di Lerici compiendo il percorso inverso, in ossequio appunto ad un’antica rivalità fra le due borgate, oramai praticamente scomparsa fra le ultime generazioni. Ovviamente si tratta di uno scherzo ed un atteggiamento burlesco, ben noto ai meno giovani, che in qualche modo quest’anno però ha trovato nuovi motivi e significati. Speriamo quindi che ci sia un ripensamento da parte del Trittico Natatorio Santerenzino.

Un piccolo ringraziamento infine anche a mio moglie Emanuela, la quale ha scattato con lo smartphone le foto alla partenza, lungo il percorso ed all’arrivo al ritorno. L’invito per la prossima edizione, a tutti coloro che quest’anno hanno rinunciato, è di tornare per continuare la tradizione di questa piacevole nuotata che oramai ha compiuto quasi venti anni e speriamo di festeggiarne ancora molti di più. Arrivederci allora all’edizione di agosto 2017.

‘La Classica Nuotata Non Competitiva Lerici-San Terenzo 2015’

Clicca su una qualsiasi delle foto alla fine di questo commento per iniziare a scorrere la galleria.

Si è svolta anche quest’anno la manifestazione, nata per iniziativa del Dott. Dino Ceppodomo nel 1999 e patrocinata dal Trittico Natatorio Santerenzino, in programma, come di consueto, la seconda domenica di agosto, partendo dai giardini di Lerici per arrivare sulla spiaggia di San Terenzo.

La nuotata non è competitiva e può partecipare, senza alcun obbligo d’iscrizione ma presentandosi direttamente alla partenza intorno alle ore 11, chiunque si senta abbastanza allenato per compiere il percorso. Alcune barche e canoe di appoggio della società patrocinante seguono i partecipanti, i quali devono comunque far conto essenzialmente sui loro mezzi natatori, non essendo previsto un vero e proprio servizio di assistenza e supporto.

Il percorso, lungo circa 1200 metri, si snoda, dopo un primo pezzo diritto nel passaggio davanti al Lido di Lerici, a forma di esse all’interno della scogliera di fronte alla spiaggia della Venere Azzurra ed infine, doppiando la punta del Colombo, si conclude coprendo un lungo rettilineo sulla spiaggia di San Terenzo, fra i bagnanti che ogni anno osservano con curiosità ed anche un po’ di stupore l’arrivo dei nuotatori.

Alla partenza quest’anno c’erano 51 partecipanti (dieci più dello scorso anno), com’è risultato dalla conta che viene eseguita prima della partenza fra tutti i partecipanti i quali, tenendosi per mano, formano un cerchio. Quest’anno è tornato anche Dino Ceppodomo, bloccato da un infortunio ed impossibilitato quindi a far parte della comitiva nella scorsa edizione. La partenza è stata decretata in questa occasione dall’assessore del Comune di Lerici Riccardo Bini.

Qualche medusa lungo il percorso, specie fra la Venere Azzurra e il Colombo, ha costituito un ostacolo in più allo sforzo dei nuotatori, giunti tutti alla spiaggia di San Terenzo, qualcuno con qualche lieve scottatura dovuta al contatto, appunto, con le meduse. 

All’arrivo a San Terenzo, posto proprio al centro della spiaggia, ad accogliere i valenti nuotatori c’era sulla passeggiata antistante la spiaggia, il classico gazebo imbandito di focacce salate, dolci e bevande, grazie all’efficientissima organizzazione del Trittico Natatorio Santerenzino. 

Secondo tradizione alcuni dei nuotatori, giunti a San Terenzo e dopo essersi rifocillati ripartono subito dopo alla volta di Lerici compiendo il percorso inverso, in ossequio ad un’antica rivalità fra le due borgate, oramai praticamente scomparsa fra le ultime generazioni. Ovviamente si tratta di uno scherzo ed un atteggiamento burlesco, ben noto e concordato simpaticamente con il cordiale staff dei santerenzini, i quali ringraziamo ancora una volta per la puntuale e simpatica accoglienza, incluso il personale in tenuta da soccorso. 

Un piccolo ringraziamento infine anche a mio figlio Luca, oramai da alcuni anni una sorta di fotografo accompagnatore della manifestazione, che segue il percorso dei nuotatori dalla partenza all’arrivo ed ha scattato quindi tutte le foto della galleria visibile qui di seguito, che mi auguro sia gradita come nelle precedenti edizioni.

La Classica Nuotata Non Competitiva Lerici-SanTerenzo 2014

Clicca su una qualsiasi delle foto alla fine di questo commento per iniziare a scorrere la galleria.

Si è svolta anche quest’anno la manifestazione, nata per iniziativa del Dott. Dino Ceppodomo nel 1999 e patrocinata dal Trittico Natatorio Santerenzino, in programma, come di consueto, la seconda domenica di agosto, partendo dai giardini di Lerici per arrivare sulla spiaggia di San Terenzo.

La nuotata non è competitiva e può partecipare, senza alcun obbligo d’iscrizione ma presentandosi direttamente alla partenza intorno alle ore 11, chiunque si senta abbastanza allenato per compiere il percorso. Alcune barche e canoe di appoggio della società patrocinante seguono i partecipanti, i quali devono comunque far conto essenzialmente sui loro mezzi natatori, non essendo previsto un vero e proprio servizio di assistenza e supporto.

Il percorso, lungo circa 1200 metri, si snoda, dopo un primo pezzo diritto nel passaggio davanti al Lido di Lerici, a forma di esse all’interno della scogliera di fronte alla spiaggia della Venere Azzurra ed infine, doppiando la punta del Colombo, si conclude coprendo un lungo rettilineo sulla spiaggia di San Terenzo, fra i bagnanti che ogni anno osservano con curiosità ed anche un po’ di stupore l’arrivo dei nuotatori.

Alla partenza quest’anno c’erano 41 partecipanti, com’è risultato dalla conta che viene eseguita prima della partenza fra tutti i partecipanti i quali, tenendosi per mano, formano un cerchio. Purtroppo quest’anno mancava al via proprio Dino Ceppodomo, bloccato da un infortunio ed impossibilitato quindi a far parte della comitiva. A lui naturalmente vanno gli auguri di tutti per una pronta guarigione in attesa di riaverlo fra noi nella prossima edizione. La partenza è stata decretata anche in questa occasione dal sindaco di Lerici, Marco Caluri, all’ora prestabilita.

Quest’anno, per fortuna ed a differenza della scorsa edizione, non ci sono state le meduse a tormentare il percorso dei nuotatori e tutto si è svolto nel migliore dei modi. In compenso è stato nutrito il numero dei giovanissimi partecipanti. Il che fa ben sperare per la continuazione di questa simpatica tradizione che coinvolge i due paesi vicini. Una maggiore pubblicità riguardo l’iniziativa, che vada oltre l’avviso, comunque tempestivo sul sito del Comune di Lerici (ad esempio, l’affissione di alcune locandine nei punti strategici e davanti ad alcuni negozi dei due paesi coinvolti), aiuterebbe però a sviluppare ulteriormente questa manifestazione. 

All’arrivo a San Terenzo, quest’anno posto proprio al centro della spiaggia, ad accogliere i valenti nuotatori c’era il classico gazebo imbandito di focacce, torte e bevande, grazie all’efficientissima organizzazione del Trittico Natatorio Santerenzino. 

Secondo tradizione alcuni dei nuotatori, giusti a San Terenzo e dopo essersi rifocillati ripartono subito dopo alla volta di Lerici compiendo il percorso inverso, in ossequio ad un’antica rivalità fra le due borgate, oramai praticamente scomparsa fra le ultime generazioni. Ovviamente si tratta di uno scherzo ed un atteggiamento burlesco, ben noto e concordato simpaticamente con il cordiale staff dei santerenzini, i quali ringraziamo ancora una volta per la puntuale e simpatica accoglienza, incluso il personale in tenuta da soccorso. 

Un piccolo ringraziamento infine anche a mio figlio Luca, oramai da alcuni anni una sorta di fotografo ufficioso della manifestazione, che segue il percorso dei nuotatori dalla partenza all’arrivo ed ha scattato quindi tutte le foto della galleria visibile qui di seguito, che mi auguro sia gradita come nelle precedenti edizioni.

La Classica Nuotata Non Competitiva Lerici-SanTerenzo 2012

Si è svolta anche in questo 2012 la manifestazione organizzata dal Dott. Dino Ceppodomo, che è in programma sempre la seconda domenica di agosto, partendo dai giardini di Lerici per arrivare sulla spiaggia di San Terenzo. La nuotata non è competitiva e può partecipare chiunque si senta abbastanza allenato per compiere il percorso. Alcune barche e canoe di appoggio seguono i partecipanti i quali comunque devono però contare solo sulle loro capacità, non essendo previsto un vero e proprio servizio di assistenza e supporto. Il percorso, lungo circa 1,5km., si snoda a forma di esse, passando davanti al Lido, quindi all’interno della scogliera di fronte alla spiaggia della Venere Azzurra ed infine doppiando la punta del Colombo per entrare e concludere quindi la nuotata sulla spiaggia di San Terenzo. Alla partenza quest’anno c’erano 65 nuotatori, il più giovane dei quali di soli 5 anni, naturalmente accompagnato dai genitori. Rispetto allo scorso anno c’è stata una flessione dei partecipanti ma bisogna considerare la concomitanza con il Trofeo Noceti, in partenza lo stesso giorno nel pomeriggio, dopo essere stato rimandato in precedenza per ben due volte. Ciò ha determinato per alcuni usuali partecipanti a questa nuotata di dover scegliere fra le due manifestazioni. L’interruzione del trend ascendente del numero di partecipanti, che è stato costante sino allo scorso anno, non ha comunque tolto fascino alla manifestazione che si è svolta con il solito rituale sino all’arrivo a SanTerenzo dove ad accogliere i nuotatori c’era un tavolo imbandito di focacce, torte e bevande. Secondo tradizione alcuni dei nuotatori, incluso chi scrive, è poi ripartito alla volta di Lerici compiendo il percorso inverso, a ricordo di un’antica rivalità fra le due borgate oramai praticamente scomparsa fra le ultime generazioni. Ovviamente si tratta di uno scherzo ed un atteggiamento burlesco, ben noto e concordato simpaticamente con il cordiale staff dei santerenzini e che naturalmente ringraziamo anche in questa occasione per la simpatica accoglienza. Un doveroso ringraziamento anche a mio figlio Luca, che è diventato una sorta di fotografo ufficiale della manifestazione e che ha seguito i nuotatori, me compreso ovviamente, lungo il percorso fra Lerici e San Terenzo e ritorno. 

Cliccare sulle foto per ingrandirle

La Classica Nuotata Non Competitiva Lerici-SanTerenzo 2013

Si è svolta anche quest’anno la manifestazione nata per iniziativa del Dott. Dino Ceppodomo e patrocinata dal Trittico Natatorio Santerenzino, in programma, come di consueto, la seconda domenica di agosto, partendo dai giardini di Lerici per arrivare sulla spiaggia di San Terenzo.

La nuotata non è competitiva e può partecipare chiunque si senta abbastanza allenato per compiere il percorso. Alcune barche e canoe di appoggio seguono i partecipanti i quali devono però far conto essenzialmente sui loro mezzi natatori, non essendo previsto un servizio di assistenza e supporto ufficiale.

Il percorso, lungo circa 1,5km., si snoda a forma di esse, passando davanti al Lido di Lerici, quindi all’interno della scogliera di fronte alla spiaggia della Venere Azzurra ed infine, doppiando la punta del Colombo, si conclude sulla spiaggia di San Terenzo, fra i bagnanti che ogni anno osservano con curiosità ed anche un po’ di stupore l’arrivo dei nuotatori.

Alla partenza quest’anno c’erano 35 partecipanti. Il numero esiguo rispetto alle precedenti edizioni è da addebitarsi a vari fattori ma anche alla segnalazione della presenza di numerose meduse lungo il percorso. Lo stesso Dino Ceppodomo sino all’ultimo è stato piuttosto scettico sull’opportunità di effettuare comunque la nuotata, temendo che qualcuno potesse avere problemi e ustioni provocate, appunto, dalle pericolose meduse. Alla fine qualcuno ha rinunciato ma hanno comunque prevalso la voglia ed il coraggio della maggioranza, incluso chi scrive e la partenza è stata decretata dal sindaco di Lerici, Marco Caluri, intorno alle ore 11.

Sin dalla partenza è parso evidente che le segnalazioni sulla presenza delle meduse erano persino ottimistiche rispetto alla realtà. In particolare fra il Lido e la Venere Azzurra, ma soprattutto in corrispondenza dello stabilimento balneare del Colombo, fra la Venere Azzurra e San Terenzo, il numero delle meduse era impressionante, fra piccole, medie e grandi, vaganti in superficie o in profondità, costringendo i nuotatori a procedere a zig zag, spesso obbligati a rallentare o fermarsi per trovare il pertugio utile nell’acqua sperando di non essere ustionati dalle meduse.

Qualcuno s’è arreso durante il percorso, salendo sulle barche d’appoggio, ma la maggior parte dei nuotatori è giunta ugualmente a San Terenzo dove ad accoglierli c’era un gazebo imbandito di focacce, torte e bevande, ma soprattutto nell’occasione sono state graditissime le pomate per lenire il bruciore determinato dal contatto con le meduse, purtroppo praticamente inevitabile per tutti, chi più, chi meno.

Secondo tradizione alcuni dei nuotatori, incluso chi scrive, avrebbero voluto ripartire alla volta di Lerici compiendo il percorso inverso, in ossequio ad un’antica rivalità fra le due borgate, oramai praticamente scomparsa però nelle ultime generazioni. Ovviamente si tratta di uno scherzo ed un atteggiamento burlesco, ben noto e concordato simpaticamente con il cordiale staff dei santerenzini, i quali naturalmente ringraziamo anche in questa occasione per la puntuale e simpatica accoglienza, incluso il personale in tenuta da soccorso. Solo un numero veramente esiguo di nuotatori comunque s’è sottoposto alla tortura delle meduse anche nel percorso inverso, mentre altri, incluso chi scrive, per una volta hanno accettato un passaggio in barca per un più tranquillo e sicuro ritorno a Lerici.

Un doveroso ringraziamento anche a mio figlio Luca, oramai diventato una sorta di fotografo ufficiale della manifestazione e che ha scattato quindi tutte le foto della galleria visibile qui di seguito, seguendo i nuotatori lungo la passeggiata fra Lerici e San Terenzo.                                                                                                                                                                                                                         

Cliccare su una qualsiasi delle foto per iniziare la visione della galleria.